Robassomero nel tempo

Cerca nel sito
Cerca nel sito

Vai ai contenuti

1979: Dati statistici

COME ERAVAMO > Nel 1979

IL NOSTRO COMUNE


Il Comune di Robassomero appartiene alla provincia di Torino ed è situato a circa 4 Km a S.W. di Cirié ed a Km 17 a N. W di Torino. Il suo territorio è posto totalmente sulla morena destra del torrente Stura di Lanzo.
L'altezza sul livello del mare varia da quota 310 a 400 metri. La superficie territoriale é di ha 833 ed i suoi confini sono:

a N.E. - Cirié e S. Maurizio; a S.E. - Caselle e Variarla; a S.W.-Druento e Fiano; a N. W. - Fiano.

La forma del territorio è affusolata, allungata da Nord Ovest a Sud Est, per una lunghezza di circa Km 7,5 ed una larghezza massima di un chilometro e mezzo.

Le condizioni del clima sono ottime, con nebbia generalmente inesistente e temperatura media di circa +7°. Le giornate di pioggia sono circa 75 su 365; la precipitazione media annuale è di 775 mm.

ATTIVITA' ED ATTREZZATURE
DEL PAESE NEL 1951

Il patrimonio zootecnico classifica 750 bovini, 37 equini, 30 suini
L'agricoltura è rivolta essenzialmente a seminativi, prati e boschi.
Il commercio locale si compone di 9 licenze di commercio al minuto, 5 pubblici esercizi, 1 licenza all'ingrosso.

DAL CENSIMENTO DEL 1951:
Polazione attiva: 65,70 %
Popolazione inattiva: 34,30 %


Le correnti migratorie dal '51 al '56 furono:

Immigrati dalla provincia di Torino: 147.
Emigrati verso la provincia di Torino: 218 ( -71 ).
Immigrati dall'Italia settentrionale e centrale: 135(+72).
Emigrati verso l'Italia settentrionale e centrale: 63;


GEOGRAFIA UMANA

L'insediamento umano di Robassomero è molto recente nel nucleo, più recente ancora è la formazione dei vari cascinali o grange (gruppi di cascinali). L'andamento demografico, desunto dalle statistiche ufficiali è il seguente:

anno

1861

1871

1881

1901

1911

1921

1951

1961

1971

1979

popolazione

501

510

602

719

725

707

828

918

1725

2547

Gli addetti ai vari rami di attività (calcolati rispetto alla popolazione attiva) nel periodo 1951-1956 sono:

addetti all'agricoltura:

1951:

55,28%

 

1956:

55,28%

addetti all'industria :

"

40,65%

 

"

40,98%

addetti altre attività :

"

4,07%

 

"

3,74%

La metà della popolazione addetta all'industria trova posto nelle attività locali.
Gli spostamenti giornalieri, sempre nel 1951, sono: verso Torino,98, verso altri Comuni 44, da Torino 3, da altri Comuni 174.
Il numero dei trattori era, nel '56, di 12 unità.

Le attività industriali erano date da 2 industrie tessili, 4 segherie, 3 laboratori meccanici, una fornace di laterizi.
***

***



Torna ai contenuti | Torna al menu